“Steam” al Teatro Alfieri di Asti, Venerdì 4 gennaio 2019 ore 21

“Steam” al Teatro Alfieri di Asti, Venerdì 4 gennaio 2019 ore 21

La stagione di musica e danza del Teatro Alfieri di Asti continua venerdì 4 gennaio alle 21 con “Steam”, spettacolo degli Acrobati Sonics, creato e diretto da Alessandro Pietrolini con coreografie a cura dei performer della Compagnia Sonics (Jessica Pioggia, Maria Seckler, Federica Vaccaro, Ileana Prudente, Artur Cacciolari, Vitor Dias), voce fuori campo e actor training Pier Paolo Congiu e musiche di Ruggiero Mascellino.

La corrente artistica SteamPunk ha ispirato il nuovo progetto degli Acrobati Sonics, che l’hanno declinata in modo originale e personalissimo per uno show acrobatico e visuale innovativo e divertente, che ha debuttato a Torino lo scorso anno con oltre seimila spettatori, diventando uno degli eventi più seguiti del periodo di Natale in città. Le sperimentazioni acrobatiche su attrezzi e macchine sceniche nuove, frutto di fantasia e artigianato, si mettono al servizio di in una storia semplice, fantasiosa e ricca di colpi di scena, che ha per protagonisti sei bizzarri personaggi e una stazione un po’ speciale.


“Steam”, spettacolo degli Acrobati Sonics.

Rufus, Joe, Rosemary, Lola, Miranda e Margot si incontrano per caso nella stazione ultramoderna di Steam, da dove partirà lo Steam Experience, ovvero il più avanzato e tecnologico dirigibile mai costruito. Un imprevisto li costringe a passare del tempo insieme all’interno della futuristica aereo-stazione, incrociando così le loro storie e avventure dando vita a uno spettacolo ricco di colpi di scena, momenti rocamboleschi e grandi quadri visuali e acrobatici in vero “stile Sonics”.

Biglietti 25 euro (20 euro loggione). Per informazioni e prenotazioni: 0141.399057 – 399040. Durante le Festività Natalizie la biglietteria del Teatro Alfieri osserverà i seguenti orari: dal 29 al 31 dicembre chiuso; martedì 1 gennaio apertura ore 15, 2 e 3 gennaio chiuso, venerdì 4 gennaio apertura ore 15.

Asti: in San Silvestro la Veglia per la Pace.

Asti: in San Silvestro la Veglia per la Pace.

In San Silvestro la Veglia per la Pace

Asti, 28 dicembre 2018 “La buona politica è al servizio della pace”. È il tema scelto da Papa Francesco per il messaggio per la 52ª Giornata mondiale della Pace che si celebra il 1° gennaio 2019.

“La responsabilità politica appartiene ad ogni cittadino, e in particolare a chi ha ricevuto il mandato di proteggere e governare. Questa missione, come indica il messaggio del Santo Padre, consiste nel salvaguardare il diritto e nell’incoraggiare il dialogo tra gli attori della società, tra le generazioni e tra le culture”.

        Mons. Marco Prastaro,                   Vescovo di Asti, in una foto             di Beppe Sacchetto. (Torino)

“Non c’è pace senza fiducia reciproca. E la fiducia ha come prima condizione il rispetto della parola data. L’impegno politico – che è una delle più alte espressioni della carità – porta la preoccupazione per il futuro della vita e del pianeta, dei più giovani e dei più piccoli, nella loro sete di compimento. Quando l’uomo è rispettato nei suoi diritti – come ricordava San Giovanni XXIII nell’Enciclica Pacem in terris (1963) – germoglia in lui il senso del dovere di rispettare i diritti degli altri. I diritti e i doveri dell’uomo accrescono la coscienza di appartenere a una stessa comunità, con gli altri e con Dio (cfr ivi, 45). Siamo pertanto chiamati a portare e ad annunciare la pace come la buona notizia di un futuro dove ogni vivente verrà considerato nella sua dignità e nei suoi diritti”.

Ad Asti la veglia per la pace si terrà nella chiesa di San Silvestro, lunedì 31 dicembre: inizio alle 21.30 con adorazione eucaristica, alle 22.30 ufficio delle letture e alle 23.30 celebrazione dell’Eucarestia.

Ufficio Comunicazioni Sociali

GUIDO MIANO EDITORE: TRE RECENTI NOVITA’.

GUIDO MIANO EDITORE: TRE RECENTI NOVITA’.

GUIDO MIANO EDITORE, MILANO: TRE RECENTI NOVITA’.

E’ USCITA  LEVITA’  DEL POETA GIOVANNI SCRIBANO

CON PREFAZIONE DI MICHELE MIANO

L’arte come via di verità per lasciare il proprio messaggio nella caducità e precarietà del nostro vivere terreno. Arte come anelito di vita e giustificazione alla nostra breve esistenza. Arte come strumento che giustifica il significato del nostro esistere. Arte come scrittura, arte come raffigurazione pittorica, ma anche fotografica. In ciò risiede il profondo significato della collana “Parallelismo delle Arti”: una poesia supportata, impreziosita, incastonata, valorizzata da riproduzioni artistiche vive, palpitanti, nel segno della condivisione dei valori imperituri di tutte le arti. Poesia come pittura e pittura come poesia. Ma a cosa serve l’Arte? LEGGI COMUNICATO STAMPA GIOVANNI SCRIBANO, LEVITA’

 “COLLOQUIO D’AMORE” DEL POETA GIOVANNI SCRIBANO

CON PREFAZIONE DI MICHELE MIANO

Pubblicata la silloge di poesia COLLOQUIO D’AMORE, secondo volume dello scrittore GIOVANNI SCRIBANO. edito da GUIDO MIANO EDITORE, novembre 2018, nella prestigiosa Collana PARALLELISMO DELLE ARTI diretta da Michele Miano.

Il sodalizio tra artisti e poeti si è puntualmente ripetuto in vari momenti storici, in cui l’incidenza del messaggio scritto del poeta coagulava gli intenti artistici e l’immagine visiva ne rivelava nel linguaggio formale le più profonde significazioni. Ma fino a che punto la presenza di un testo poetico può incidere sull’atteggiamento di un artista e viceversa, su parallele e concomitanti fonti di ispirazioni ? Se da una parte sono chiari i limiti di concasualità, in quanto ogni artista e poeta rimane fedele a se stesso, dall’altra non si può ignorare quanto la letteratura del passato e contemporanea abbia sollecitato e illuminato le motivazioni di tanta ispirazione artistica. LEGGI TUTTO:COMUNICATO STAMPA SCRIBANO

Analisi ragionata dei saggi critici riguardo

ANDREA CATTANIA a cura di Enzo Concardi

Guido Miano Editore, dicembre 2018, nella Collana Il Cammeo

E’ uscito per i tipi di Guido Miano Editore – Milano il volume monografico Analisi ragionata dei saggi critici riguardo Andrea Cattania. Gli strumenti di lavoro disponibili nell’ambito della ricerca bibliografica non esauriscono sempre le esigenze di saggisti e storici della letteratura. D’altra parte il rinnovato interesse verso le nuove poetiche, le motivazioni e gli autori d’oggi induce a valutazioni polivalenti, raffronti e analogie. In tal senso i profili bibliografici di questa collana, la cui parte centrale è spesso costituita da un’ampia antologia critica, intendono offrire un contributo allo studio e alla interpretazione estetica di poeti e narratori contemporanei. LEGGI COMUNICATO STAMPA ANDREA CATTANIA

GUIDO MIANO EDITORE – VIA EMANUELE FILIBERTO 12 – 20149 MILANO –
      023451804 – 023451806 – Cell 347.5552140 mianoposta@gmail.com

Asti: Attività fine anno del Teatro Alfieri.

Asti: Attività fine anno del Teatro Alfieri.

OGGI 27 dicembre, alle 21 arriva l’attesissimo

“A Christmas Carol Musical” portato in scena dalla Compagnia BIT.

Liberamente tratto dal romanzo di Charles Dickens, lo spettacolo è scritto e diretto da Melina Pellicano con musiche di  Stefano  Lori  e  Marco Caselle  e liriche di Marco Caselle.

In scena Fabrizio  Rizzolo, Marco  Caselle, Nicholas  Rossi, Salvo  Montalto, Stefano  Saccotelli, Lucrezia  Bianco, Noemi  Garbo, Jacopo  Siccardi, Alessandro  Germano, Valeria  Camici, Lorenzo Penna, Andrea  Mortarino, Chiara  Allegro, Alice  Fanelli, Leonardo  De  Martini, Sandro Mazzuferi, Marianna  Bonansone, Gea  Rambelli e Giulia  Ferrara.  

Il  vecchio  Ebenezer Scrooge,  dopo  la  morte  del  suo  socio  d’affari  Jacob  Marley, continua  a condurre il suo banco d’affari con  cinica  avarizia  rifuggendo da ogni rapporto umano e affamando il suo sfortunato  impiegato  Bob  Cratchit. Scrooge  odia  il  Natale e  nemmeno l’invito a  cena  di  suo nipote  riesce  a  fargli  cambiare  idea.  La  notte  della  vigilia riceve  la  visita  del fantasma  del  suo defunto socio  Jacob  Marley  che  gli  annuncia  la  visita  di  tre  spiriti.  Lo spirito  dei  Natali  passati gli  mostra  gli  errori  della  sua  vita  passata,  lo  spirito  del  Natale presente  gli  fa  vedere  la  felicità  che  il Natale  genera  nella  gente,  mentre  lo  spirito  dei Natali  futuri  gli  mostra  il  suo orrendo  destino  qualora  non  modificasse  la  vita  che  ora conduce.  Dopo  la  visita  degli  spiriti Scrooge  si  risveglia  la mattina  di  Natale profondamente cambiato  nell’anima.  D’ora  in  poi  non  mancherà  mai  di  festeggiare  il  Natale e  non  perderà nessuna  occasione  per  fare  del  bene.

“C’è  qualche  differenza  nella  vicenda  e  nei  personaggi  –  dichiara  la  regista  ‐ ma  sempre  nel rispetto  del  racconto  originale  e  nello  spirito  di  Dickens.  Questo  è  stato  voluto  ed  è  un  piccolo  modo  personale  per  rendere  omaggio  allo  scrittore. Ho  scelto  di  aprire  lo  spettacolo  con il  monologo  e  la  canzone  del  piccolo  Tim  (il  figlio  piccolo  di  Bob  Cratchit,  impiegato  di Scrooge),  per affidare  ad  un  bambino  il  compito  di  spiegare  “come  stanno  le  cose  veramente”, per  spiegare  al  pubblico  il  punto  di  vista  di  un  bambino  che  guarda  al  mondo  con  occhi limpidi  e  senza giudizio.  Tiny  Tim  racconta  infatti  che  Scrooge  “non  è  capace  di  sorridere  ed  è  sempre  in  collera  con  chiunque  gli  rivolga  la  parola”  ma  che  in  realtà  “è  soltanto  solo”  e nessuno  dovrebbe rimanere  solo  a  Natale.” .

OSA per Capodanno 2019

CONCERTO DI CAPODANNO 2019

Il nuovo anno al Teatro Alfieri di Asti si apre come di consuetudine con il Concerto di Capodanno, giunto alla undicesima edizione: martedì 1 gennaio 2019 partire dalle 17,30 l’Orchestra Sinfonica di Asti offrirà un programma ricco di brani brillanti e famosi, da “Walzer dell’Imperatore” a “Sul bel Danubio Blu”, passando per “Tik-Tak Polka”, “Vita d’Artista” e molti altri, per un concerto che saprà incantare il pubblico con atmosfere colme di gioia ed emozioni. Il Concerto di Capodanno, nella tradizione musicale riveste un ruolo di straordinaria importanza costituendo un momento di incontro augurale con la cittadinanza per salutare tutti insieme il nuovo anno, all’insegna della pace e della serenità.

Biglietti: platea e barcacce 35 euro, I e II ordine di palchi 30 euro, III ordine di palchi 25 euro, loggione 15 euro. Oltre che alla biglietteria del Teatro Alfieri (dal 22 al 26 dicembre chiuso; giovedì 27 dicembre apertura dalle 10.30 alle 16.30 e dalle 19 alle 21; venerdì 28 dicembre apertura dalle 10 alle 13; dal 29 al 31 dicembre chiuso; martedì 1 gennaio apertura ore 15), i biglietti sono disponibili anche in una serie di prevendite selezionate, dove possono essere acquistati con uno sconto di 2 euro: Al Pollo arrosto (C.so Alfieri 92), Raffaele Giugliano Hair Stylist (C.so Alfieri 128),  La Luna (C.so Venezia 35/A), Bar Cin Cin (C.so Alfieri 128/A) , L’Arte del Gioiello (C.so Alfieri 126/A),  Intimochic (Via Bruno Alberto 5),  Caldera Gioielli (Via Cavour 36),  Novità (C.so Torino 265) , Occhialeria Artigiana (C.so Alfieri 70). Per informazioni: 392.19.18.725