La Provincia di Asti supera l’esame della Corte dei  Conti

La Provincia di Asti supera l’esame della Corte dei Conti

La Provincia di Asti supera l’esame della Corte dei Conti

La Provincia di Asti si è presentata alla  Sezione Regionale della  Corte dei Conti del Piemonte il 5 febbraio u.s. per l’esame del Piano di Riequilibrio Pluriennale.

All’incontro sono intervenuti il Presidente della Provincia Marco Gabusi, il Segretario Generale dott. Alessandro Casagrande, il Dirigente della Ragioneria dott. Angelo Marengo e la funzionaria  dott.ssa Elena Monferini. I fatti: la procedura del piano di riequilibrio era stata attivata a fine anno 2014, quando l’ente di Piazza Alfieri aveva subito una  drastica riduzione dei trasferimenti accompagnata dalla richiesta spoporzionata di contributi alla finanza pubblica. L’iter ha avuto una lunga istruttoria presso la Direzione Centrale della finanza locale del  Ministero dell’Interno, terminata  nel dicembre 2018.

Il dott. MARCO GABUSI, Presidente della  Provincia di Asti.

Nell’adunanza la Corte ha confermato la conclusione positiva del procedimento come già avvenuto da parte del Ministero dell’Interno, sottolineando come le criticità finanziarie siano state arginate da misure virtuose messe a punto dall’amministrazione negli ultimi anni  in particolare modo la riduzione delle spese di personale e delle spese di gestione, come auto, telefonia, ecc. La Corte dei Conti monitorerà semestralmente l’andamento degli equilibri finanziari della Provincia. Al mantenimento degli equilibri concorrerà il contributo per le Province  previsto dalla Legge di bilancio  2019 per la manutenzione di strade e scuole che, per la Provincia di Asti è pari ad oltre 3.2 milioni. 

   Particolarmente soddisfatto il Presidente Marco Gabusi: “ Questo straordinario risultato non è una vittoria personale – dichiara – ma il lavoro sinergico tra  Amministrazione  e dipendenti, un lavoro di squadra. Abbiamo chiesto e  fatto  sacrifici è vero, ma ne è valsa la pena.  Per rendere possibile la gestione dell’ente abbiamo dovuto adottare  misure drastiche ma  indispensabili e  coerenti: solo chi ha conosciuto la realtà degli enti locali in dissesto sa quanto sia stato importante non portare la Provincia in questa condizione.  Gli sforzi hanno consentito non solo di garantire  servizi   minimi ma anche di pagare puntualmente i fornitori, senza creare un disagio  economico al territorio e alle sue  aziende.  Un plauso all’ingente lavoro svolto dal Servizio Finanziario dell’ente, che ha saputo presentare, ogni qualvolta richiesto dal Ministero, deduzioni volte a chiarire ogni elemento.”

 La Provincia continuerà ad attuare la gestione oculata delle risorse che ha premiato il percorso di risanamento intrapreso.

Il Sud Est-Val di Noto in mostra a Bruxelles.

Il Sud Est-Val di Noto in mostra a Bruxelles.

Dopo Zurigo (Svizzera), l’appuntamento a Bruxelles.

Stand Sicilia Sud Est – Val di Noto: il tour continua in Belgio.

Noto, 7 febbraio 2019 – È cominciato questa mattina il Salon des Vacances 2019, la fiera internazionale del turismo organizzata a Bruxelles, in Belgio. È il terzo dei 12 appuntamenti con le borse del turismo a cui saranno presenti i comuni della Sicilia Orientale (Noto, Avola, Militello in Val di Catania, Modica, Palazzolo Acreide, Piazza Armerina, Portopalo, Ragusa, Siracusa, Scicli e Sortino) che hanno aderito al progetto per la promozione condivisa del territorio e delle sue ricchezze. Tra i primi visitatori l’assessore regionale del Turismo Sandro Pappalardo insieme con Giovanni Battistelli, direttore esecutivo dell’Enit (Agenzia Nazionale del Turismo).

Giovanni Battistelli, direttore esecutivo Enit; Sandro Pappalardo, ass. regionale del Turismo; Ettore Messina, ass. Turismo di Piazza Armerina, Tom e Isabelle Van Compernolle, responsabili stand Sicilia Sud Est – Val di Noto

   Lo stand “Sicilia Sud Est – Val di Noto” arriva in Belgio dopo essere stato protagonista alla Fespo 2019 di Zurigo (Svizzera). In Svizzera sono state circa 2mila le persone che hanno chiesto informazioni sulla Sicilia Orientale, su un totale di oltre 60mila presenze registrate in fiera dal 31 gennaio al 3 febbraio. Il Salon des Vacances 2019 di Bruxelles continuerà fino a domenica 10 febbraio e in questi giorni raggiungeranno il Belgio anche alcuni cuochi di Palazzolo Acreide, i quali si esibiranno in una serie di show cooking dedicati alle specialità enogastronomiche del territorio.

                              Ottavio Gintoli

Asti: l’illusionista Luca Bono riparte dal Teatro Alfieri.

Asti: l’illusionista Luca Bono riparte dal Teatro Alfieri.

RIPARTE DA ASTI IL TOUR DE L’ILLUSIONISTA,

IL ONE MAN SHOW DI LUCA BONO DIRETTO DA ARTURO BRACHETTI.

Da febbraio riprende la tournée

del giovanissimo talento italiano della magia internazionale 

Dopo il grande successo riscosso dello scorso anno, riparte il tour de “L’Illusionista”, lo show del giovane talento della magia Luca Bono diretto da Arturo Brachetti applaudito già da oltre 11.000 spettatori. Da febbraio lo show è in cartellone ad Asti, Alessandria, Verbania, Mestre, Bologna, Gradisca d’Isonzo, Trento e Vicenza. Sabato 10 febbraio al Teatro Alfieri di Asti il giovanissimo Luca Bono, ripercorre con sincerità e passione il proprio percorso umano e professionale, tra grandi illusioni, close up, manipolazione e coinvolgimento del pubblico: una formula originale e inedita per i palcoscenici teatrali che stupisce, emoziona, diverte e cattura gli spettatori di tutte le età. 

Luca Bono in una foto di Paolo Ranzani.

   Il giovane talento della magia Luca Bono domenica 10 febbraio alle 17.00 torna ad Asti al Teatro Alfieri dove si era esibito nel cast di “Brachetti che sorpresa!” nel 2015. Questa volta sul palco sarà protagonista del suo primo One Man Show “L’Illusionista”, diretto da Arturo Brachetti. Dimenticate il classico mago con cilindro, bacchetta e frac, perché Luca Bono è sì uno straordinario illusionista, ma soprattutto un ragazzo normale in grado di fare cose eccezionali. All’apertura del sipario le arti magiche trasformeranno la sua apparente normalità in una grande dimostrazione di talento con stile personale ed accattivante. In scena assisteremo ad un percorso spettacolare e tecnologico tra illusioni di grande effetto scenico ed emotivo, manipolazione di oggetti e close up. Ma non si tratta di uno show di sole illusioni, bensì di un lavoro teatrale autobiografico con un messaggio forte: mai smettere di inseguire i propri sogni, allenamento, determinazione, motivazione possono fare superare gli ostacoli e far realizzare anche i desideri più impensabili. Luca Bono, oggi appena ventiseienne, già Campione Italiano di Magia all’età di soli 17 anni e successivamente laureato a Parigi con il Mandrake d’Or, riconosciuto come l’Oscar della magia, è univocamente considerato il talento magico più interessante della sua generazione, interprete del nuovo illusionismo, coinvolgente e contemporaneo. Al suo attivo 450 date in Canada, Francia, Belgio, Svizzera e Italia in due anni di tournée con oltre 400.000 spettatori e 13 puntate di VUUAALÀ! CHE MAGIA!,  in onda nella scorsa stagione televisiva su Boing e recentemente ospite su Rai Uno a Lo Zecchino d’Oro. Lo scorso anno le anteprime natalizie dello spettacolo hanno registrato a Torino 23 sold out consecutivi e oltre 6500 presenze con notevoli consensi di pubblico e critica con notevoli consensi di pubblico e critica anche nelle successive repliche di Roma, Milano, Trento, Bologna, Udine e Biella. Sono dunque oltre 11.000 gli spettatori che hanno già assistito a questo spettacolo che continua a sorprendere e incantare. 

Luca Bono in una foto di Paolo Ranzani.

   L’Illusionista propone la grande magia rivisitata da un giovane artista, ex corridore di go kart che a seguito di un incidente, e incuriosito dal fratello maggiore Davide, si avvicina al mondo magico scoprendo un universo artistico e culturale impensato. Quasi inconsapevolmente, in pochissimi anni, Luca Bono passa così dal sottoscala del circolo magico torinese alle grandi platee internazionali. In scena, dunque andranno non solo l’Artista, ma anche il ragazzo, con tutte le sue debolezze, le sue paure e la sua proverbiale riservatezza in grado di sciogliersi davanti al pubblico con la stessa disinvoltura con cui l’insospettabile Clark Kent sapeva, in una frazione di secondo, trasformarsi in Superman; all’apertura del sipario le arti magiche trasformeranno la sua normalità in una grande dimostrazione di talento e in un caleidoscopio di sorprendenti effetti conditi con lo stile personale ed accattivante proprio di Luca Bono. In scena anche Sabrina Iannece, artista ed assistente che da cinque anni lavora al fianco di Luca Bono e che in questo spettacolo è co-protagonista. L’Illusionista è uno spettacolo unico che emozionerà gli adulti e allo stesso tempo coinvolgerà e divertirà i più giovani, che potranno così lasciarsi trasportare in un mondo di pura illusione, in cui sarà davvero difficile distinguere i confini tra realtà e apparenza. La regia de L’Illusionista è di Arturo Brachetti, il maestro internazionale del quickchange, che di Luca è direttore artistico. In alcuni momenti lo spettacolo si avvale di filmati e proiezioni su grandi schermi (gestiti in collaborazione con Acuson) attraverso i quali il pubblico, anche più lontano, potrà rendersi conto che davvero “non c’è trucco e non c’è inganno” e che il close up e la prestidigitazione, sono tecniche di pura maestria e non consentono di celare trucchi. La produzione è curata da Muvix Europa, realtà di produzione artistica capace di coniugare l’illusionismo con le più diverse discipline dello spettacolo, per realizzare soluzioni su misura.

Biglietti 25 euro, ridotto 18 euro abbonati Teatro Alfieri, ridotto 15 euro membri Club Magico Asti,UTEA, possessori Kor Card e tessera a pagamento della Biblioteca Astense. Info e prenotazioni: Tel. 0141/399057 – 0141/399040  (biglietteria teatro, apertura al pubblico dal martedì al giovedì dalle ore 10,30-16,30 e nei giorni di spettacolo con orario 10.30-16,30; 19.00-21.00. Domenica 10 febbraio la biglietteria aprirà alle ore 15).

Asti: Attivita’ dell’UNIASTISS.

Asti: Attivita’ dell’UNIASTISS.

L’UFFICIO STAMPA RELAZIONI ESTERNE

Collegamento Torino – Lione e sviluppo dei territori: dibattito in Università

Venerdì 8 febbraio, alle 18, il polo universitario Rita Levi – Montalcini ASTISS ospita il dibattito pubblico dal titolo “TAV motore di sviluppo – Le infrastrutture presupposto per la crescita dei nostri territori”. Ad organizzarlo le associazioni Gli Argonauti e Confabitare. I relatori sono Paolo Foietta, presidente dell’osservatorio della linea ferroviaria Torino-Lione; Carlo Alberto Barbieri, docente del Politecnico di Torino.

VIAGGIO INTORNO ALLA BIOETICA E AI CINQUE SENSI
Lettura e narrazione multi e interdisciplinare tra arte etica medicina scienza
Lo sguardo e la vista: l’aprirsi dell’anima al mondo
ASTI, VENERDÌ 8 FEBBRAIO 2019

Programma

8.30-9.00: Accoglienza, saluti di benvenuto delle autorità e introduzione degli organizzatori
Sessione I: Lo sguardo e la vista
modera: Giangiacomo Calvi, docente Accademia Belle Arti Cuneo
9.00-9.45: Vedere l’invisibile: il volto e lo sguardo nell’arte figurativa
Ottavio Coffano, scenografo, già docente di Letteratura e Filosofia del Teatro
9.45-10.30: L’impatto dello sguardo sulla persona: quale spazio occupa la vista nella cura? Salvatore Giambrone, oculista A.S.L. AT Asti
10.30-10.45: Intervallo
Sessione II: L’aprirsi dell’anima al mondo
modera: Tiziana Stobbione, A.S.L. AT Asti e docente Università di Torino
10.45-11.30: Quando la disabilità sensoriale diventa una risorsa
Renata Sorba, coordinatrice A.P.R.I. onlus di Asti (Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti)
11.30-12.30: Dal vedere all’essere visti. Chi sono io? Il mio corpo o la mia immagine? Riflessioni bioetiche, Pietro Grassi, ISSR all’Apollinare – Pontificia Università della Santa Croce – Roma

12.30-13.00: Dibattito con il pubblico
Conclusioni a cura di Mons. Marco Pràstaro, Vescovo di Asti

TUTTI SONO INVITATI

“Giocando con Orlando” da Ludovico Ariosto.

“Giocando con Orlando” da Ludovico Ariosto.

“Giocando con Orlando”,tracce,memorie,letture

dall’Orlando furioso di Ludovico Ariosto.

Continua la stagione teatrale di Nizza Monferrato: prossimo appuntamento mercoledì 6 febbraio con lo spettacolo “Giocando con Orlando”,tracce, memorie, letture da Orlando furioso di Ludovico Ariosto secondo Marco Baliani, con Stefano Accorsi per la regia di Marco Baliani. Una produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo.

   Stefano Accorsi(v.foto) gioca con i versi dell’Ariosto per condurci alla scoperta delle appassionanti avventure di Orlando. Nello spazio di un lampo ci troviamo catapultati in un mondo romanzesco e senza confini, abitato da dame in pericolo e cavalieri senza paura e ne seguiamo le peripezie in un rocambolesco viaggio che ci porterà dalla Francia di Carlo Magno fin sulla luna. Uno spettacolo che toglie il fiato tra  duelli e colpi di scena, con sempre al centro la romantica storia d’amore tra la bella Angelica e l’indomito Orlando. Questa versione speciale di Giocando con Orlando, che nasce dalla fortunata esperienza teatrale che ha visto Stefano Accorsi e Marco Baliani già confrontarsi in maniera appassionata e ironica sui palcoscenici dei maggiori teatri italiani con le parole immortali dell’Ariosto, ritorna in un assolo ancora più emozionante.

Prenotazioni telefoniche: Agenzia La Via Maestra tel. 0141/727523 di Nizza Monferrato, oppure, solo per informazioni o urgenze, ai numeri 01411720695 e 3738695116, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,30, o inviando un email a info@arte-e-tecnica.it.