A. Quaglia: quali e quante le risorse per garantire una regolare apertura dei Musei in Asti?

A. Quaglia: quali e quante le risorse per garantire una regolare apertura dei Musei in Asti?

alcuni giorni fa ho ricevuto un invito dalla Fondazione Asti Musei. Recita: da Est a Ovest. Il viaggio del sole all’antichità al medioevo. E prosegue: per festeggiare l’inizio dell’estate ( il 21 iugno) si propone una visita guidata a tema a uno dei  più affascinanti e misteriosi siti (della Fondazione Asti Musei).

1) – La cripta di sant’Anastasio sarà il punto di partenza per una visita guidata che vuole approfondire il particolare rapporto che gli antichi avevano con il sole e con i moti celesti, sino ad arrivare alle festività cristiane collegate al fenomeno del solstizio d’estate, la notte più lunga a misteriosa dell’anno. Ma davvero?- mi sono detta. E pensare che per tanti anni, a scuola, ho insegnato che il 21 giugno (solstizio d’estate), è il giorno più lungo dell’anno e che la notte più lunga è invece quella del 21 dicembre ( data del solstizio d’inverno). Con i cambiamenti climatici sarà cambiato anche questo? No. Si tratta evidentemente  di un errore (che può succedere) ma che getta un’ombra di pressapochismo  su chi organizza le iniziative.

2) – Ho anche ricevuto l’invito alla presentazione e all’esposizione al pubblico del Codex Astensis: documento di grande prestigio, sicuramente il più importante documento storico della nostra città. L’esposizione è stata organizzata nel magnifico salone d’onore di palazzo Mazzetti ed è visionabile acquistando lo Smarticket presso la biglietteria del Palazzo. Ma se si voleva far conoscere agli Astigiani il Codex Astensis non sarebbe stato più opportuno ( e più conveniente per i visitatori) mantenere il documento all’Archivio Storico del Comune ed aprire le visite a tutti, e non solo su prenotazione? O proporlo in visione presso il Museo del Palio, anche per coinvolgere il pubblico di appassionati paliofili? Tanto più che il Comune ha recentemente annunciato che sino alla fine di settembre il Museo del Palio resterà aperto, con un nuovo orario, sette giorni su sette! Mi pare, in buona sostanza, che la Fondazione Asti Musei, in cui siede il Sindaco in rappresentanza del Comune, proceda per la sua strada, utilizzando  i Palazzi, i siti storici, i documenti di pregio  di proprietà comunale ma senza che il Comune dica la sua. A titolo di esempio ricordo  la chiusura dei Musei cittadini nella notte europea dei Musei: un’anomalia tutta astigiana!

3) – Infine: è stata annunciata, dopo Chagall, una nuova grande mostra dedicata a Monet e agli Impressionisti in Normandia e che si svolgerà a Palazzo Mazzetti. Bella iniziativa! Mi auguro soltanto che non sia la stessa…perché alcuni amici appassionati di arte mi riferiscono di averla visitata  lo scorso anno  presso il forte di Bard, in val d’Aosta. Mi dicono anche che il curatore sia lo stesso.

In un momento in cui si dice non ci siano le risorse per garantire regolari aperture dei Musei (e infatti ci si avvale di Associazioni culturali di Volontariato) sarebbe giusto conoscere i costi (e poi anche i ricavi) di tali mostre: la Fondazione Asti Musei non  amministra risorse che sono degli Astigiani?

Con viva cordialità.

Angela Quaglia – CambiAMO Asti

Asti: convocato per il 10 Giugno il Consiglio Comunale.

Asti: convocato per il 10 Giugno il Consiglio Comunale.

Asti: convocato per il 10 Giugno il Consiglio Comunale. 

 Ai sensi e per gli effetti dell’art. 1, comma 1, del Regolamento sul funzionamento degli Organi Collegiali, il Consiglio Comunale è convocato in via ordinaria ed in SEDUTA PUBBLICA per il giorno di:

LUNEDI’ 10 GIUGNO 2019 alle ore 19.30

ORDINE DEL GIORNO:
  • Interrogazioni e interpellanze
  • Comunicazioni del Presidente del Consiglio
  • Comunicazioni del Sindaco
  • 2^ Variazione al Bilancio di Previsione 2019/2021 e alla Nota di aggiornamento DUP – Documento Unico di Programmazione 2019/2021. (referente:Assessore Berzano).

Asti,4 giugno 2019 – Il Presidente del Consiglio Comunale: Giovanni Boccia

“Tra Piazze e Cortili” a Calliano (AT)

“Tra Piazze e Cortili” a Calliano (AT)

“Tra Piazze e Cortili” a Calliano (AT)

A Calliano (Asti) grande ritorno, fra venerdì 31 maggio e sabato 1 giugno, per la manifestazione “Tra Piazze e Cortili” che festeggia quest’anno la decima edizione.

La Pro Loco punta a battere il record di oltre diecimila visitatori raggiunto lo scorso anno con due serate di itinerario gastronomico e musicale fra gli angoli più suggestivi del paese dove vi saranno varie pro loco del territorio, associazioni e aziende del Piemonte.

 

 LEGGI il Comunicato Stampa Programma e Menù Tra Piazze e Cortili 2019

con varie foto di Beppe Cantarelli.

Montemagno (AT): Festa del Pane

Montemagno (AT): Festa del Pane

Montemagno (AT): Festa del Pane

Domenica 26 maggio alle ore 16, la Delegazione FAI di Asti, in occasione della Festa del Pane a Montemagno (AT), apre al pubblico per la prima volta la piccola Chiesa di Santa Croce, una cappella privata appartenente alla stessa famiglia dal XVIII secolo. Si trova nell’antica Contrada di Rechiuso, oggi via Santa Croce 2, e grazie alla generosa disponibilità dei proprietari, sarà possibile visitarla e partecipare ad un aperitivo in giardino. L’evento è sponsorizzato da Giulio Cocchi Spumanti e Bava Azienda Vitivinicola. E’ richiesto un contributo a partire da 5 €.

Per informazioni e prenotazioni:

tel.347 9771510 asti@delegazionefai.fondoambiente.it

Noto: 40ma edizione dell’Infiorata di Via Nicolaci.

Noto: 40ma edizione dell’Infiorata di Via Nicolaci.

“Vieni ca ti cuntu” a Noto con l’Infiorata

Gli Infioratori hanno lavorato fino a tarda notte:

con i fiori raccontano le Storie dei Siciliani in America.

Noto,18 maggio 2019 – L’Infiorata di via Nicolaci è pronta. I bozzetti realizzati durante la notte, in un’atmosfera di magia e di allegria, dagli Infioratori netini hanno preso forma e raccontano le Storie dei Siciliani in America.

Nei 16 quadri, realizzati con fiori e materiale naturale, trovano posto immagini dedicate a Gaetana Midolo, la giovanissima netina morta a New York nell’incendio della Triangle Shirt Waist Company; ad Hanna-Barbera, casa produttrice di tanti cartoni animati famosi; a Lady Gaga e al Toro di Wall Street. Ci sono anche bozzetti dedicati a Liza Minnelli ed a Frank Sinatra. Spazio anche alle immagini simbolo, l’inconfondibile Statua della Libertà ma anche un gruppo di giovani pronti a salpare per raggiungere l’America e ricominciare una nuova vita o al ricordo dell’operazione Husky del 1943.

Tanti già da ieri i visitatori presenti in città. Molti hanno voluto scoprire dal vivo come vengono realizzati i bozzetti, assistendo così a quello che stava succedendo in via Nicolaci, con gli Infioratori impegnati a trasformare i disegni in quadri realizzati con i fiori. Ieri è stato il giorno del taglio del nastro a Casa America, nella Sala Gagliardi di Palazzo Trigona, allestita dagli studenti dell’Accademia Belle Arti di Catania. Tra i tanti appuntamenti in programma oggi (consultabili sulle pagine social del Comune di Noto e sul sito istituzionale www.comune.noto.sr.it ), da segnalare alle 10, l’inaugurazione in via Galileo Galileo, della mostra dedicata ai manifesti delle 40 edizioni dell’Infiorata. Alle 12, invece, è in programma il Gran Galà della 40^ edizione dell’Infiorata: al Teatro Tina Di Lorenzo saranno premiati gli Infioratori che anche quest’anno si sono impegnati con dedizione e amore per la loro Città in via Nicolaci realizzando i 16 bozzetti. In piazza XVI Maggio prosegue il Pop Up Market mentre in piazza Municipio sono stati allestiti gli stand delle Forze dell’Ordine.

Domani 19 sarà il giorno della sfilata in abiti d’epoca a cura dell’associazione Corteo Barocco, trasmessa in diretta dalle 15 su Tgs (canale 15 del d.t. per la Sicilia), su Rtp Messina (canali 517 e. 646 del d. t. per Messina e la Calabria) e su Viva L’Italia Channel (canale 875 e 879 di Sky), con la conduzione di Salvo La Rosa e Aurora Fiorenza. E’ possibile seguire la diretta anche su www.gds.it, www.gazzettadelsud.it e www.rtptv.it.

Alle 21, in piazza Municipio, lo spettacolo di suoni, danza e luci che chiuderà la 40^ Infiorata di Noto.

Asti: la Confesercenti per “L’Europa in Festa”.

Asti: la Confesercenti per “L’Europa in Festa”.

“L’EUROPA IN FESTA”

Asti: la Confesercenti dal 23 al 26 Maggio torna in Piazza del Palio con questa bella manifestazione.

Tredici edizioni, oltre 60 operatori provenienti dall’Europa e non solo: sono i numeri della manifestazione “L’Europa in Festa” con profumi, colori e sapori che richiamano le atmosfere europee nella loro diversità, ma anche nella loro comune radice. Organizzata da Confesercenti Asti, la quattro giorni europea s’inaugura giovedì 23 maggio alle 12 e continua fino a domenica 26 maggio: anche quest’anno l’appuntamento è in piazza del Palio, con apertura da mattino a sera (dalle 10 a mezzanotte). Tra gli eventi, venerdì 24 maggio, la partecipazione dei paracadutisti del team Borin: scenderanno sulla piazza intorno alle 20.

LA MANIFESTAZIONE. La 13° edizione della manifestazione è stata presentata nella sede Confesercenti dal presidente Andrea Visconti con Luciano Binello (presidente Confservizi), il vice sindaco e assessore Marcello Coppo. Ha spiegato Visconti: “Dopo un anno torniamo in piazza del Palio: siamo alla 13° edizione de “L’Europa in festa” ricordando sempre il nostro compianto direttore Gioacchino Falcone che si è speso per far crescere questa manifestazione. Da giovedì a domenica in Campo del Palio, su un’area di circa 1000 metri quadrati, avremo una sessantina di espositori da tutta Europa e non solo. “L’Europa in festa” è un appuntamento atteso che richiama sempre molti visitatori e non solo astigiani: l’anno scorso è stato un anno da primato con oltre 50 mila passaggi, speriamo di replicare in questa edizione con l’augurio che il meteo ci assista. E quest’anno siamo in tema: le giornate dell’Europa in Festa coincideranno proprio con il fine settimana delle elezioni europee”. A rappresentare il Comune, il vice sindaco Marcello Coppo: “Come amministrazione ringraziamo Confesercenti Asti per “L’Europa in Festa”. La manifestazione anche quest’anno sarà in Campo del Palio: avevamo pensato anche altre ipotesi sulla sede, valutando zone della città meno frequentate dagli eventi astigiani, ma L’Europa in festa ha necessità di spazi adeguati, norme di sicurezza e allacciamenti per gli operatori (luce e acqua). Al momento Campo del Palio resta il luogo più adeguato, dal punto di vista logistico e per capienza, senza però escludere la possibilità di altri ragionamenti per il futuro”. IN PIAZZA. Nata 13 anni fa, la manifestazione è cresciuta negli anni per quantità e qualità delle proposte, arrivando anche oltre i confini d’Europa. Come tradizione sulle bancarelle si potranno trovare prodotti tipici tra enogastronomia, artigianato e curiosità, tra le novità di quest’anno la partecipazione di operatori da Bosnia, Serbia, India e Guatemala. Ci sarà ampia scelta tra moda e tessuti francesi, prodotti provenzali, formaggi olandesi, Guinness irlandese, specialità greche, paella spagnola, birre tedesche, Brezen e Strudel austriaci, per ampliare la proposta arrivando a toccare Messico, Argentina e Brasile. All’appuntamento partecipano anche operatori italiani inseriti nel circuito nazionale ed internazionale dei mercati d’Europa con specialità dolci e salate da Nord a Sud passando per le isole: prodotti calabresi, dolci siciliani, tipicità e cucina toscana, liquerizia, alimentari e dolci siciliani. In piazza anche due giostrine per i più piccoli.

Confesercenti Provinciale ASTI – Via Pascoli, 20 – 14100 ASTI (AT) – tel. 0141/592640  confesercentiasti@gmail.com