Noto: ai Siti UNESCO del Sud Est un milione e 100 mila euro per “Le città Tardo Barocche del Val di Noto”

Noto: ai Siti UNESCO del Sud Est un milione e 100 mila euro per “Le città Tardo Barocche del Val di Noto”

 “Armonizzare e rendere fruibile il bacino di conoscenze dei Siti UNESCO del Sud Est”

PRESENTATO A NOTO IL

PROGETTO  FINANZIATO

CON LA 77/ 2006

Un milione e 100 mila euro per “Le città Tardo Barocche del Val di Noto”, “Siracusa e Le Necropoli rupestri di Pantalica” e “Villa Romana del Casale di Piazza Armerina”. 

NOTO, 16 Marzo 2019 – E’ stato presentato questa mattina nella Sala degli Specchi di Palazzo Ducezio a Noto il progetto finanziato dal Mibac con la Legge 77 del 2006 e co-finanziato dalle Regione siciliana. Il progetto è rivolto ai siti patrimonio dell’Unesco “Le città tardo barocche del Val di Noto”, “Villa Romana del casale di Piazza Armerina”, “Siracusa e le Necropoli rupestri di Pantalica”. Il finanziamento del Ministero ammonta a un milione di euro e il cofinanziamento regionale è di 100 mila euro. Cinque le azioni previste: revisione e adeguamento dei piani di gestione; sistematizzazione delle conoscenze del patrimonio dei Siti Unesco Val di Noto, Villa Romana del Casale e Siracusa-Necropoli di Pantalica, e istituzione del relativo archivio unico; progettazione ed attuazione della comunicazione dedicata; cartellonistica; diffusione della conoscenza del Patrimonio Unesco all’interno delle comunità locali e per i visitatori.

L’obiettivo è quindi quello di incrementare la qualità della fruizione dell’offerta culturale e turistica dei Siti Unesco non solo verso i sempre più numerosi visitatori, ma anche nei confronti delle comunità locali, per avviare in concreto quelle attività di gestione e valorizzazione dei territori previste nei singoli Piani di gestione dei siti. Fare prendere consapevolezza, quindi, e rendere partecipi, cittadini e fruitori esterni, delle molteplici peculiarità dei beni materiali e immateriali, che riguardano la storia, l’arte e le tradizioni che caratterizzano il Val di Noto. E soprattutto l’unicità di un territorio che seppur vasto può puntare ad un sistema di rete, attraverso la realizzazione di un’immagine coordinata come strumento di valorizzazione degli aspetti culturali, storici, naturalistici, ma anche dei servizi offerti.

All’incontro hanno partecipato i sindaci e i rappresentanti dei tredici comuni coinvolti (Caltagirone, Catania, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa, Scicli, Piazza Armerina, Cassaro, Ferla, Siracusa e Sortino), che in mattinata si sono riuniti per condividere la visione strategica e le direttrici operative del progetto. “E’ un avvio storico – ha sottolineato il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti – una tappa importante perché vede la collaborazione di tre siti del Sud Est Patrimonio Unesco.  La vostra partecipazione oggi è davvero entusiasmante. Un elemento che è un valore aggiunto perché vede protagonisti più territori nella loro unicità”. I sindaci e i rappresentanti del Comuni presenti hanno sottolineato la valenza dell’unicità del territorio, un’area che ha differenze profonde, ma che deve mirare ad una progettazione comune, una rete.

                            Federica Puglisi

Noto Città d’Arte 2019: giovedì 28 marzo presentazione a Roma.

Noto Città d’Arte 2019: giovedì 28 marzo presentazione a Roma.

Dall’ormai prossima Primavera Barocca

agli appuntamenti più importanti di Effetto Noto

Noto Città d’Arte 2019:

giovedì 28 marzo presentazione a Roma

Il programma di arte, cultura, eventi e musica sarà svelato nella sede della Stampa Estera

Noto, 24 marzo 2019 –  Giovedì 28 marzo alle 11.00, nella sede della Stampa Estera a Roma, in via dell’Umiltà 8, è in programma la conferenza stampa di presentazione, che anticipa quella in programma a Noto a metà aprile, di “Noto Citta d’Arte 2019”. Il sindaco Corrado Bonfanti, insieme con l’assessore alla Cultura Frankie Terranova, presenteranno il programma di arte, cultura, eventi e musica, che animerà la promozione turistica del territorio per la primavera-estate 2019. Dalla prestigiosa mostra dal titolo “L’impossibile è Noto”, ospitata nel Convitto delle Arti (ex convitto Ragusa) di corso Vittorio Emanuele, alla 40^ edizione dell’Infiorata di via Nicolaci, quest’anno dedicata ai “Siciliani in America” e che coincide con la 20^ edizione del Corteo Barocco, sfilata in abiti d’epoca.

Noto: Il sindaco dott. Corrado Bonfanti intervistato davanti a Palazzo Ducezio, sede del Municipio.

Durante la conferenza stampa sarà presentata anche l’edizione 2019 del Gran Palio dei Tre Valli, appuntamento in programma il 2 giugno e che richiama a Noto i più importanti gruppi storici dell’Isola; così come sarà la programmazione di Effetto Noto, il contenitore degli eventi estivi che vede protagonista la 44^ edizione di NotoMusica, il Festival internazionale organizzato dall’Associazione Concerti Città di Noto, che ospiterà, tra gli altri, anche Danilo Rea, Uto Ughi, Omar Sosa e Richard Galliano con Massimo Mercelli.

Effetto Noto è anche appuntamento con la lirica, con Macbeth di Giuseppe Verdi (20 luglio), con l’heavy metal degli Skunk Anansie (10 luglio), con il rock dei Negrita (9 agosto) e con il pop-folk di Max Gazzè (17 agosto). Eventuali colleghe o colleghi interessate a seguire la conferenza stampa di giovedì 28 marzo potranno accreditarsi facendo richiesta alla mail kuhnepress@gmail.com.

Noto: Presentata la 40^ Infiorata con Statua Libertà e Leone Palazzo Nicolaci.

Noto: Presentata la 40^ Infiorata con Statua Libertà e Leone Palazzo Nicolaci.

Il Sindaco di Noto, dott. Corrado Bonfanti: «Contribuire alla Sicilianità nel Mondo!»

40^ INFIORATA: la Statua della Libertà e il Leone di Palazzo Nicolaci nel manifesto ufficiale dell’edizione dedicata ai Siciliani in America.

Il 4 Aprile l’evento sarà presentato al Consolato Generale d’Italia a New York

NOTO, 19 Marzo 2019 – Un francobollo con il blu dell’Oceano Atlantico e la Statua della Libertà su cui “scendono” i petali tricolore che fuoriescono dal leone di Palazzo Nicolaci. È questo il progetto grafico scelto dall’Amministrazione Bonfanti per la realizzazione del manifesto ufficiale dell’ormai prossima edizione dell’Infiorata di via Nicolaci. L’edizione di quest’anno, la 40^, avrà come tema “I Siciliani in America” e la macchina organizzativa è già al lavoro da mesi per l’appuntamento in programma dal 17 al 19 maggio 2019. Il manifesto è stato ideato dai designer Giuseppe e Federica Savarino, i quali hanno colto al volo il messaggio che l’Amministrazione Comunale vuole lanciare attraverso la prossima Infiorata.

Da sinistra, l’assessore Frankie Terranova, il sindaco Corrado Bonfanti e l’assessore Giusi Solerte presentano il manifesto della 40^ edizione dell’Infiorata

«L’Infiorata di via Nicolaci – spiega il sindaco Corrado Bonfanti – è espressione di bellezza ormai riconosciuta di Noto e della Sicilia nel Mondo. Con la nuova edizione ci piace immaginare che possa offrire un contributo per riportare a casa la Sicilianità presente nel Mondo». Seguendo questa idea, l’edizione 40 dell’Infiorata racconterà le storie dei Siciliani che hanno avuto successo in America, andando alla ricerca della felicità, della realizzazione dei propri sogni senza però dimenticare il legame con le proprie origini.

«Abbiamo idealmente coniugato – afferma il designer Giuseppe Savarino – l’essenza di Noto con quella dell’America, unite dalla bellezza dell’Infiorata, quasi a raffigurare quel flusso migratorio che per secoli ha unito questi luoghi e che simboleggia il “Sogno Americano” fatto di libertà e ricerca della libertà. Lo spirito progettuale viene sintetizzato in un francobollo, leitmotiv della 40^ Infiorata, a rievocare la storia, le lettere, l’attesa e il racconto di famiglie e vite ma con una dinamicità tale da guardare al presente e soprattutto al futuro».

Il manifesto raffigura il Leone emblema dei balconi di Palazzo Nicolaci, dalla cui bocca fuoriescono i petali simbolo dell’Infiorata di Noto. Trasportati da un vento ispiratore, attraversano il blu dell’oceano per raggiungere la torcia della statua della Libertà simbolo dell’America come a volerne alimentare il fuoco. Quel fuoco che ha ispirato nel tempo, i sogni dei tanti migranti Siciliani.

La 40^ Infiorata di via Nicolaci sarà presentata anche negli Stati Uniti:  appuntamento il 4 aprile, al Consolato Generale d’Italia a New York. Cosa aspetti? “Vieni ca ti cunto” le storie di Siciliani in America.