Asti: il Comune promuove tirocini e inclusione lavorativa.

Asti: il Comune promuove tirocini e inclusione lavorativa.

COMUNE DI ASTI

GARANZIE E SOSTEGNO DEL COMUNE PER

PROMUOVERE TIROCINI E INCLUSIONE LAVORATIVA

Asti, 23 aprile 2019 – Definita nei giorni scorsi la graduatoria che permetterà a 20 persone di accedere al beneficio di un Cantiere di lavoro,  l’Assessorato Politiche sociali del Comune di Asti ha preso un’iniziativa volta a potenziare la misura dei tirocini, meno propriamente chiamati borse lavoro. Mentre il Cantiere, regolato dalla Legge regionale 34, avrà una durata di 130 giornate lavorative, a 25 ore settimanali con impieghi nella valorizzazione del patrimonio pubblico,  il Tirocinio formativo, secondo la D.G.R 42,  è “una misura di inclusione sociale al fine di offrire la possibilità di costruire/mantenere/aumentare un bagaglio di conoscenze ed esperienze che possano condurre al termine di questi stessi percorsi ad un inserimento socio-lavorativo”.  Sono quindi propriamente misure a tempo che non garantiscono prospettive occupazionali di lungo periodo.

Su questo fronte l’incontro svoltosi nei giorni scorsi in Municipio ha riunito le principali organizzazioni datoriali locali, Confartigianato e Cna, Confesercenti e Ascom, Coldiretti e Cia, e Camera di Commercio, per “discutere la possibilità di un progetto, hanno richiamato il Sindaco Maurizio Rasero e l’Assessore Mariangela Cotto, che promuovendo il tirocinio formativo punti a una maggiore stabilità del rapporto di impiego”. In che modo? L’Ente locale entra quotidianamente in contatto con persone che hanno perso lavoro, con tutte le ricadute immaginabili; a loro, compatibilmente con le risorse disponibili, viene offerta una borsa lavoro, meglio un “tirocinio formativo”, da svolgere in uffici e servizi interni, con prospettiva limitata nel tempo. Se fossero le ditte, gli artigiani, le imprese a coprire il bisogno di lavoro, considerando una base di rimborso degli oneri a carico del Comune per sei mesi, eventualmente prorogabili da parte del datore di lavoro, potrebbe innescarsi fiducia e interesse alla proposta?

Da parte del Municipio, oltre a una dotazione finanziaria di circa 50.000 euro, disponibili sul Fondo di contrasto alla povertà, anche l’indicazione di persone con un profilo umano e professionale di probabile interesse per le aziende. Positive le prime reazioni in attesa di definire nei dettagli un  progetto condiviso. Non si intende infatti procedere senza tenere conto dell’azione delle Agenzie di collocamento né favorire intermediazione di manodopera. Al contempo è prevedibile il coinvolgimento del Centro per l’Impiego, anche per quanto riguarda il “collocamento mirato”, volto all’inserimento e l’integrazione nel mondo del lavoro delle persone con disabilità. Di certo si vuole rivolgere attenzione alla fascia dei 40-50 enni che assistono impotenti a chiusure e ristrutturazioni aziendali, ma con una competenza ancora da spendere sul piano dell’occupabilità. 

Asti: Voto a domicilio per Elettori gravemente ammalati…

Asti: Voto a domicilio per Elettori gravemente ammalati…

CITTA’ DI ASTI

 VOTO A DOMICILIO PER ELETTORI GRAVEMENTE INFERMI IN

OCCASIONE DELLE ELEZIONI EUROPEE E REGIONALI DEL 26 MAGGIO 2019

ASTI, 17 Aprile 2019 – Il Comune di Asti ricorda che in occasione delle prossime elezioni Europee e Regionali  verrà garantita la possibilità di esprimere il voto direttamente al proprio domicilio per quegli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione (D.L. n.1/2006 convertito dalla L. n.22/2006). Oltre agli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’uscita da casa, potranno votare a domicilio anche gli elettori gravemente infermi per i quali risulta impossibile raggiungere il seggio anche con l’aiuto dei mezzi di trasporto pubblico che il Comune organizzerà in occasione delle elezioni (art.29 della Legge n.104 del 5/2/1992).

Gli elettori interessati dovranno far pervenire al Sindaco (Ufficio Elettorale del Comune) un’apposita domanda attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano entro lunedì 6 maggio 2019 (termine ordinatorio). La domanda di ammissione al voto domiciliare dovrà contenere l’indirizzo dell’abitazione e, possibilmente, un recapito telefonico; dovrà inoltre essere corredata da copia della tessera elettorale e da idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’ASL AT (Medicina Legale).

Asti: L’Associazione Culturale “La Città del Sole” in Assemblea Costituente col suo Progetto.

Asti: L’Associazione Culturale “La Città del Sole” in Assemblea Costituente col suo Progetto.

Asti: L’Associazione Culturale “La Città del Sole” 

in Assemblea Costituente presenta il suo Progetto ufficiale.

 Come avevamo preannunciato in http://www.lastigiano.it/?s=LA+CITTA%27+DEL+SOLE Sabato 6 aprile scorso alle ore 9.30 presso l’Aula Magna del Polo Universitario Rita Levi-Montalcini di Asti si è svolta la prima assemblea costituente dei soci per la presentazione al pubblico ed agli interessati dei progetti della neocostituita Associazione culturale di Promozione Sociale (senza scopo di lucro) denominata La Città del Sole in omaggio all’illustre pensatore calabrese Tommaso Campanella e che ha posto la sua sede ad Asti in piazza Leonardo da Vinci n. 29 (info a : info@cittadelsoleasti.it).

DA SX A DX: Salvatore Leto vicepresidente, Alfredo Cicero tesoriere , Francesco Scalfari segretario , Vincenzo Soverino presidente , i tre consiglieri Giuseppe Leuzzi , Filippo Mobrici , Giovanni Pensabene. Mancava – il 19 Febbraio u.s. giorno della nascita dell’Associazione – l’ottavo fondatore e quarto consigliere Giuseppe Dolce.  (L’ultimo che si vede a DX della tavolata è un simpatizzante). Foto L’Astigiano.it

   Ad accogliere i numerosissimi intervenuti, amiche e amici della Calabria, calabresi e non calabresi, che hanno già dato la loro adesione all’Associazione, sono stati tutti i primi otto promotori, che da atto costitutivo compongono il primo consiglio direttivo. In rigoroso ordine alfabetico sono: Cicero Alfredo (tesoriere), Dolce Giuseppe (consigliere), Leto Salvatore (vice presidente), Leuzzi Giuseppe (consigliere), Mobrici Filippo (consigliere), Pensabene Giovanni (consigliere), Scalfari Francesco (segretario) e Soverino Vincenzo (presidente). Apprezzata da tutti i presenti è stata la partecipazione dell’assessore comunale alle Politiche sociali, Mariangela Cotto, del vice presidente del Consiglio Regionale, Angela Motta, dell’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero e del presidente del comitato tecnico-scientifico del Polo Universitario Rita Levi-Montalcini, Giorgio Calabrese, che hanno portato i loro saluti e i loro auguri di buon lavoro. Particolarmente significativo è stato l’intervento del Sindaco di Santa Caterina dello Ionio, in provincia di Catanzaro, Francesco Severino, delegato per l’occasione dal Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, del cui Ufficio di Gabinetto fa parte e che ha prospettato promettenti e significative collaborazioni tra le due realtà territoriali.

   Infatti ricordiamo che l’Associazione La Città del Sole, tenendo vive le tradizioni culturali, popolari ed enogastronomiche della Calabria, si fa promotrice delle tradizioni di questo territorio e che, ritenendole meritevoli di essere conosciute anche dagli Astigiani, si pone lo scopo di andare oltre gli stereotipi che mettono sempre e solo in evidenza la parte oscura di questa terra, valorizzando invece il lato purtroppo ancora nascosto della Calabria ma non per questo, come quello della Luna, meno luminoso e illuminato dal Sole.

altre info:

http://langheroeromonferrato.net/presentata-ad-asti-la-citta-del-sole-associazione-culturale-di-promozione-sociale

Santa Caterina Jonio e Regione Calabria presenti all’assemblea soci “La Città del Sole”

 

Asti: parte in…quarta il primo Weekend della Mostra “AYRTON SENNA 25”!

Asti: parte in…quarta il primo Weekend della Mostra “AYRTON SENNA 25”!

ASTI: A PALAZZO MAZZETTI OLTRE 3.500 PRESENZE PER

IL PRIMO WEEKEND DELLA MOSTRA “AYRTON SENNA 25”

Un fiume di persone ha invaso Palazzo Mazzetti durante il primo weekend di apertura della mostra “Ayrton Senna 25”, curata dall’INSTITUTO AYRTON SENNA e realizzata in collaborazione con la Fondazione Asti Musei e il Comune di Asti, per ricordare il grande campione brasiliano dopo 25 anni dalla sua scomparsa.  Sono stati infatti 3.534 i visitatori complessivi durante le tre giornate di venerdì, sabato e domenica, con un picco di 1.897 nella sola giornata di domenica.

 Palazzo MAZZETTI, 1° Aprile 2019 – E’ stato un grande successo di pubblico il primo weekend di apertura della mostra “Ayrton Senna 25”. L’evento è stato inaugurato venerdì alle ore 10 con il taglio del nastro alla presenza del Sindaco Maurizio Rasero, del Presidente della Fondazione Musei Mario Sacco, del Padrino per l’Europa dell’Instituto Senna Claudio Giovannone e del curatore della mostra Piergiorgio Pascolati.

   Sono stati 3.534 i visitatori complessivi durante le prime tre giornate di venerdì, sabato e domenica: 408 il venerdì, 1.278 il sabato e 1.897 la domenica. I visitatori arrivano da tutta Italia, alcuni addirittura in aereo dalla Sicilia, e ci sono persone che hanno passato l’intero weekend ad Asti per visitare più volte la mostra. Ma non è tutto, perché sono giunte persone anche dal Brasile, per ricordare quello che a tutti gli effetti è un eroe nazionale del loro Paese.Molte le scene di commozione, davanti agli oggetti che ricordano la vita e la carriera di Ayrton Senna, dalle sue monoposto di Formula 1 ad oggetti personali quali i vestiti indossati l’ultima sera prima di partire per il Gran Premio di Imola del 1994. Oggi lunedì la mostra resterà chiusa, mentre da domani sarà nuovamente aperta con i seguenti orari: dal martedì al giovedì e la domenica dalle 10 alle 19 (con ultimo ingresso alle ore 18.30) e venerdì e sabato dalle 10 alle 22 (con ultimo ingresso alle ore 21.30).

 

info:

Instituto Ayrton Senna: https://institutoayrtonsenna.org.br Sito web della mostra: www.ayrtonsennasempre.org

Palazzo Mazzetti: www.palazzomazzetti.it Fondazione Asti Musei: www.fondazioneastimusei.it

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DIGITAL: Libellula Press:  – Ufficio Stampa: Marco Notari Giovannone – marco@libellulapress.it – 3472102335 – Social Media: Paola Ciarrocchi – paola@libellulapress.it Sito web: Niccolò Maffei – niccolo@libellulapress.it Asti – Corso V.Alfieri 357 – Tel. 0141530403 ORARI MOSTRA: martedi- giovedì: 10-19 // venerdi-sabato: 10-22 (ultimo ingresso 21.30) // domenica: 10-19

INGRESSO GRATUITO

“Puliamo insieme!”: una grande forza del territorio astigiano.

“Puliamo insieme!”: una grande forza del territorio astigiano.

    “Puliamo insieme!”: una grande forza del territorio astigiano

Asti, 29 Marzo 2019 – Sono 62 i Comuni della provincia di Asti che , nello scorso week end,  hanno avviato il  progetto “Puliamo insieme!” giunto alla seconda edizione. L’Ufficio Ambiente e Politiche Giovanili della Provincia di Asti hanno coordinato le due  giornate di pulizia, raccogliendo testimonianze, dati, fotografie. “Un progetto che ha messo in campo un esercito di oltre 2.500 volontari di cui 1.400 adulti e oltre 1.250 bambini e ragazzi  – dice il Presidente della Provincia di Asti Marco Gabusi – confermando il successo della prima edizione”. La Provincia, oltre al coordinamento delle due giornate, ha offerto una copertura assicurativa a tutti i partecipanti, guanti, giubbotti catarifrangenti per i volontari e la formazione ambientale alle scuole. Progetto realizzato con il contributo di G.A.I.A. che ha realizzato i manifesti pubblicizzando l’iniziativa.

La quadra di Castelnuovo Don Bosco al lavoro.

   Analizzando i dati tecnici, si rileva che tra sabato e domenica 23 e 24 marzo sono stati raccolti  38.650 Kg (quasi 40 t.) di immondizia anche se a detta di “molti sindaci e consiglieri provinciali i rifiuti sono diminuiti rispetto allo scorso anno –  aggiunge il Vice Presidente della Provincia Paolo Lanfranco – che ha seguito da vicino le operazioni nei vari Comuni astigiani. Sono stati rimossi con più difficoltà i rifiuti minuti quali plastica, ma non sono mancati mobili, una autovettura, congelatori, frigoriferi, materassi, boiler, ecc….

“Le operazioni hanno visto il supporto di ASP e AGESP per la rimozione dei rifiuti raccolti-  aggiunge il dirigente dell’Ambiente Dott. Angelo Marengo. –  Queste giornate di pulizia servono a sensibilizzare i cittadini sull’importanza del ruolo di ognuno di noi nella causa ambientale”. “La Provincia ringrazia – conclude il Presidente Marco Gabusi – i cittadini (grandi e piccoli), le  Amministrazioni Comunali, tutti i volontari  di protezione civile, delle Pro loco, dei Comitati Palio, degli Alpini, della Croce Rossa e Verde, gli Scout, Legambiente e i partners (CBRA, GAIA, ASP, AGESP, CAREPLA)  che con impegno e grande entusiasmo hanno collaborato  “insieme”  mettendo in campo  una grande forza di uomini e mezzi per un territorio più pulito abitato da cittadini più consapevoli”.

A Moncalvo: il 31 marzo in scena “Alle 5 da me”.

A Moncalvo: il 31 marzo in scena “Alle 5 da me”.

Stagione teatrale a Moncalvo: il 31 marzo in scena “Alle 5 da me”.

Al Teatro civico Montanari di Moncalvo. Domenica 31 marzo, alle ore 17, andrà in scena lo spettacolo “Alle 5 da me”, di Pierre Chesnot con Gaia de Laurentiis e Ugo Dighero; regia di Stefano Artissunch, una produzione Artisti associati Gorizia/ Sinergie Teatrali/ festival di Borgio Verezzi.

Commedia esilarante che racconta i disastrosi incontri sentimentali di un uomo in cerca di stabilità affettiva e di una donna alla ricerca spasmodica di un essere di sesso opposto che le possa garantire una procreazione senza l’uso di provette! Protagonisti cinque donne che corteggiano un uomo e cinque uomini che corteggiano una donna. Come spesso capita nella vita, quando si vuol incontrare qualcuno alla svelta, si diventa poco selettivi, così, i due protagonisti finiscono per trovarsi ad accogliere in casa personaggi davvero singolari ed a tratti paradossali, attraversando un vero e proprio percorso ad ostacoli che li porterà a cimentarsi con grande maestria nelle più svariate interpretazioni e dimostrando ognuno le proprie straordinarie capacità attoriali.

“E’ stata Dorothee Chesnot a consigliarmi di leggere e mettere in scena il testo del padre Pierre “Alle Cinque Da Me”, dopo aver visto ed apprezzato a Roma lo spettacolo “L’Inquilina del Piano di Sopra”, ovviamente si è parlato fin da subito di Gaia De Laurentiis ed Ugo Dighero (essendo stati molto apprezzati nell’Inquilina Del Piano di Sopra) tanto che lo stesso Chesnot riprendendo in mano il testo e pensando a Gaia ed Ugo come interpreti ha voluto “omaggiarli” scrivendo una scena appositamente per loro due…. E’ una sfida stimolante portare in scena “Alle 5 Da ME”, testo ricchissimo di battute e situazioni, un vero e proprio cimento da condividere con attori e collaboratori chiamati a confrontarsi con una variegata galleria di personaggi, il tutto a generare una comicità intelligente mai grottesca né banale”.

La vendita dei biglietti singoli sarà effettuata solo il giorno stesso presso la cassa del teatro a partire da un’ora e mezza prima dell’inizio dello spettacolo.  E’ possibile prenotare i posti dal martedì alla domenica mattina, dalle 9,30 alle 12,30, telefonando presso la Drogheria Broda di Moncalvo al numero 0141917143 oppure, solo per informazioni o urgenze, ai numeri 01411720695 e 3738695116, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,30, o inviando un email a info@arte-e-tecnica.it. Lo spettacolo è organizzato in collaborazione con il circuito Piemonte dal Vivo e Comune di Moncalvo, il contributo di Fondazione CRAT e CRT e la sponsorizzazione della Cassa di Risparmio di Asti.