Il Sud Est-Val di Noto in mostra a Bruxelles.

Il Sud Est-Val di Noto in mostra a Bruxelles.

Dopo Zurigo (Svizzera), l’appuntamento a Bruxelles.

Stand Sicilia Sud Est – Val di Noto: il tour continua in Belgio.

Noto, 7 febbraio 2019 – È cominciato questa mattina il Salon des Vacances 2019, la fiera internazionale del turismo organizzata a Bruxelles, in Belgio. È il terzo dei 12 appuntamenti con le borse del turismo a cui saranno presenti i comuni della Sicilia Orientale (Noto, Avola, Militello in Val di Catania, Modica, Palazzolo Acreide, Piazza Armerina, Portopalo, Ragusa, Siracusa, Scicli e Sortino) che hanno aderito al progetto per la promozione condivisa del territorio e delle sue ricchezze. Tra i primi visitatori l’assessore regionale del Turismo Sandro Pappalardo insieme con Giovanni Battistelli, direttore esecutivo dell’Enit (Agenzia Nazionale del Turismo).

Giovanni Battistelli, direttore esecutivo Enit; Sandro Pappalardo, ass. regionale del Turismo; Ettore Messina, ass. Turismo di Piazza Armerina, Tom e Isabelle Van Compernolle, responsabili stand Sicilia Sud Est – Val di Noto

   Lo stand “Sicilia Sud Est – Val di Noto” arriva in Belgio dopo essere stato protagonista alla Fespo 2019 di Zurigo (Svizzera). In Svizzera sono state circa 2mila le persone che hanno chiesto informazioni sulla Sicilia Orientale, su un totale di oltre 60mila presenze registrate in fiera dal 31 gennaio al 3 febbraio. Il Salon des Vacances 2019 di Bruxelles continuerà fino a domenica 10 febbraio e in questi giorni raggiungeranno il Belgio anche alcuni cuochi di Palazzolo Acreide, i quali si esibiranno in una serie di show cooking dedicati alle specialità enogastronomiche del territorio.

                              Ottavio Gintoli

“Giocando con Orlando” da Ludovico Ariosto.

“Giocando con Orlando” da Ludovico Ariosto.

“Giocando con Orlando”,tracce,memorie,letture

dall’Orlando furioso di Ludovico Ariosto.

Continua la stagione teatrale di Nizza Monferrato: prossimo appuntamento mercoledì 6 febbraio con lo spettacolo “Giocando con Orlando”,tracce, memorie, letture da Orlando furioso di Ludovico Ariosto secondo Marco Baliani, con Stefano Accorsi per la regia di Marco Baliani. Una produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo.

   Stefano Accorsi(v.foto) gioca con i versi dell’Ariosto per condurci alla scoperta delle appassionanti avventure di Orlando. Nello spazio di un lampo ci troviamo catapultati in un mondo romanzesco e senza confini, abitato da dame in pericolo e cavalieri senza paura e ne seguiamo le peripezie in un rocambolesco viaggio che ci porterà dalla Francia di Carlo Magno fin sulla luna. Uno spettacolo che toglie il fiato tra  duelli e colpi di scena, con sempre al centro la romantica storia d’amore tra la bella Angelica e l’indomito Orlando. Questa versione speciale di Giocando con Orlando, che nasce dalla fortunata esperienza teatrale che ha visto Stefano Accorsi e Marco Baliani già confrontarsi in maniera appassionata e ironica sui palcoscenici dei maggiori teatri italiani con le parole immortali dell’Ariosto, ritorna in un assolo ancora più emozionante.

Prenotazioni telefoniche: Agenzia La Via Maestra tel. 0141/727523 di Nizza Monferrato, oppure, solo per informazioni o urgenze, ai numeri 01411720695 e 3738695116, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,30, o inviando un email a info@arte-e-tecnica.it. 

Stand Sicilia Sud Est – Val di Noto a Zurigo.

Stand Sicilia Sud Est – Val di Noto a Zurigo.

Dall’Olanda alla Svizzera nel segno della promozione turistica condivisa

Stand Sicilia Sud Est – Val di Noto, a Zurigo con la nuova brochure

Fino al 3 febbraio la Sicilia Orientale protagonista a Fespo 2019

Noto, 1 febbraio 2019  – È cominciata ieri mattina Fespo 2019, la borsa del turismo di Zurigo (Svizzera), seconda delle 12 fiere internazionali a cui saranno presenti gli 11 comuni della Sicilia Orientale (Noto, Avola, Militello in Val di Catania, Modica, Palazzolo Acreide, Piazza Armerina, Portopalo, Ragusa, Siracusa, Scicli e Sortino) che hanno aderito al progetto per la promozione condivisa del territorio e delle sue ricchezze. Lo stand “Sicilia Sud Est – Val di Noto” si presenta all’appuntamento in Svizzera con una nuova veste grafica, grazie anche alla proiezione di nuove immagini e di nuovi video con cui raccontare ai visitatori gli 11 comuni. È anche l’occasione per il debutto ufficiale della nuova brochure, preparata nelle ultime settimane e pronta per veicolare la bellezza di un territorio con mille sfaccettature.

Fespo 2019 continuerà fino al 3 febbraio, giorno in cui chiuderà i battenti e potranno essere tirate le somme sul numero dei visitatori dello stand. In questi giorni raggiungeranno Zurigo, anche alcuni Amministratori comunali o rappresentati dei Comuni che hanno sposato il progetto. Si vedano le foto dello stand allestito alla Fespo 2019 di Zurigo (Svizzera)

                                         Ottavio Gintoli

Moncalvo(AT): continua la stagione teatrale con “Pesce d’Aprile”.

Moncalvo(AT): continua la stagione teatrale con “Pesce d’Aprile”.

Continua la stagione teatrale a Moncalvo: il 3 febbraio con “Pesce d’aprile”

Continua la stagione teatrale di prosa al Teatro civico Montanari di Moncalvo. Il prossimo appuntamento sarà domenica 3 febbraio alle ore 18 con lo spettacolo  “Pesce d’aprile” spettacolo tratto dall’omonimo romanzo autobiografico, scritto da Daniela Spada e Cesare Bocci. Drammaturgia Cesare Bocci e Tiziana Foschi; regia Cesare Bocci. Supervisione alla regia Peppino Mazzotta con Cesare Bocci, Tiziana Foschi. Foto di scena Gianluca Saragò. Una produzione Art Show. Lo spettacolo va a sostituire “Casa di Famiglia”, previsto in cartellone sabato 2 febbraio, e  cancellato per motivi tecnici riguardanti la compagnia.

Pesce d’Aprile’ è il racconto di un grande amore: un’esperienza di vita reale, toccante, intima e straordinaria, vissuta da un uomo e da una donna, interpretati da Cesare Bocci e Tiziana Foschi. un testo vero, lucido, ironico e commovente, che racconta come anche una brutta malattia può diventare un atto d’amore. Cesare e Daniela, come Cesare Bocci e la sua compagna nella vita reale, metteranno a nudo, d’improvviso, tutta la loro fragilità, dimostrando quanto, come per il cristallo, essa si possa trasformare in pregio, grazie ad un pizzico di incoscienza, tanto amore e tantissima voglia di vivere.

Tra il riso e il pianto, nel corso della pièce si delinea il profilo di una donna, prigioniera di un corpo che smette di obbedirle, e di un uomo, che da compagno di vita diventa bastone, nutrimento, supporto necessario. Una lotta alla riconquista della propria libertà, che ha lo scopo di trasmettere messaggi di positività e forza di volontà, anche di fronte alle sfide più difficili che il quotidiano spesso ci impone.

La vendita dei biglietti singoli sarà effettuata solo il giorno stesso presso la cassa del teatro a partire da un’ora e mezza prima dell’inizio dello spettacolo. E’ possibile prenotare i posti dal martedì alla domenica mattina, dalle 9,30 alle 12,30, telefonando presso la Drogheria Broda di Moncalvo al numero 0141917143 oppure, solo per informazioni o urgenze, ai numeri 01411720695 e 3738695116, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,30, o inviando un email a info@arte-e-tecnica.it. Lo spettacolo è organizzato in collaborazione con il circuito Piemonte dal Vivo e Comune di Moncalvo, il contributo di Fondazione CRAT e CRT e la sponsorizzazione della Cassa di Risparmio di Asti.

Asti: presentato all’Istituto “A. Monti” il Progetto SOS Donna.

Asti: presentato all’Istituto “A. Monti” il Progetto SOS Donna.

 Percorsi attivi ad Asti contro la violenza alle Donne

 Presentato all’Istituto “A. Monti” il Progetto SOS Donna

Asti, Sabato 26 gennaio 2019 – Ieri, Venerdì 25 gennaio, nell’Aula Magna dell’Istituto statale “A. Monti”, è stato presentato il Progetto SOS Donna, al quale la classe 3C del Liceo Scienze Umane parteciperà in alternanza scuola-lavoro. Trttasi di un’esperienza unica nel contesto piemontese, che è stata ideata e portata avanti dall’Associazione Culturale Agar, il cui progetto prevede la realizzazione di un sito web e altre azioni sui percorsi attivi ad Asti contro la violenza alle donne.

Gianluca Forno, Angela Motta, Giorgio Marino e Laura Nosenzo.

La conferenza stampa è stata introdotta dal saluto del Dirigente Scolastico prof. Giorgio Marino alla presenza dei diciassette ragazzi della 3C, i veri soggetti promotori e collaborano del progetto. Sono intervenuti – come da noi preannunciato – Angela Motta, Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Gianluca Forno, Vicepresidente Anci Piemonte e Laura Nosenzo, la giornalista-scrittrice che sovrintende e conduce magistralmente una sì bella ed importantissima iniziativa. Erano presenti Autorità civili e militari, fra le quali – scusandoci se le altre che ancora non conosciamo – il questore di Asti Alessandra Faranda Cordella ed il Ten.Colonnello Pierantonio Breda, Comandante Provinciale dei Carabinieri.

Il Questore Alessandra Faranda Cordella, il Ten. Col. CC. Pierantonio Breda ed altre Autorità.

Il progetto SOS Donna è sostenuto dal Consiglio regionale del Piemonte, insieme a Consulta Femminile, Consulta delle Elette, Consulta Giovani, Comitato Resistenza e Costituzione, Comitato regionale per i Diritti Umani, Anci Piemonte, Asl AT, Cisa – Asti Sud, Cogesa e Israt. Ad esso collaborano numerose istituzioni, enti e associazioni del territorio, il cui elenco, è stato reso noto durante la conferenza stampa e che noi qui pubblichiamo in calce alla presente con una SCHEDA che raccoglie i contenuti del progetto ed i tempi in cui esso verrà attuato. 

Angela Motta e Laura Nosenzo

Scheda progetto SOS DONNA:

 IL PROGETTO SOS donna- portale web e altre azioni sui percorsi attivi ad Asti contro la violenza alle donne

LE FINALITA’ – L’Astigiano vede lavorare insieme, da una decina di anni, soggetti istituzionali e di volontariato, in collegamento con le forze dell’ordine, sul tema della violenza alle donne: problema che si è da tempo drammaticamente manifestato sul territorio anche con casi (non sporadici) di femminicidio riguardanti vittime italiane e straniere. Seppure diano risposte tempestive e di qualità alle urgenze e ai bisogni delle donne, i servizi hanno necessità di essere conosciuti di più nella loro specifica funzione, essere percepiti come vicini alle vittime di violenza domestica/sessuale e soprattutto essere immediatamente contattabili telefonicamente in caso di urgenza o di richiesta di informazioni. Ma spesso, nel momento del bisogno, la  donna non possiede queste indicazioni.

Anche una buona comunicazione può essere determinante per chi ha bisogno di aiuto o è in procinto di fare una scelta.  Il portale www.sos-donna.it si propone di:

1)  Sensibilizzare il mondo delle donne e fornire informazioni per un aiuto immediato

2) Agevolare la visione d’insieme sui servizi attivi sul territorio

3) Fare sentire meno sole le vittime di violenza 

La Consigliera di Parità, Chiara Cerrato, durante il suo intervento.

SOS DONNA E’ UN PROGETTO PILOTA NEL PANORAMA PIEMONTESE

   Esperienza unica nel contesto piemontese, che valorizza il lavoro di rete tra i servizi territoriali e, grazie al web, fornisce con immediatezza informazioni corrette e continuamente aggiornate, il sito www.sos-donna.it si propone come progetto pilota grazie alla collaborazione con l’Istituto statale “A. Monti” di Asti. Nei mesi precedenti all’attivazione del portale, una classe (3C, 17 allievi) del Liceo Scienze Umane visiterà i vari servizi, poi segnalati nel sito web, e si confronterà con gli operatori. L’esperienza dei ragazzi verrà sintetizzata in osservazioni e commenti che arricchiranno il portale. Ma non solo. In particolare, gli studenti che parteciperanno al progetto in alternanza scuola-lavoro da gennaio ad agosto 2019: 1) visiteranno i servizi e rifletteranno prima in classe e poi sul sito di SOS donna scrivendo le loro impressioni, quindi condividendole con chi si collegherà al portale. 2) elaboreranno l’esperienza, eventualmente anche attraverso la realizzazione di lavori multimediali. 3) gestiranno uno spazio, nel portale, dedicato a fiabe e racconti di varie culture per contrastare gli stereotipi sulla figura femminile.

Ragazze della 3/C dell’Istituto Monti di Asti

Il loro stesso percorso, monitorati nel primo anno la fattibilità del progetto e i suoi risultati, potrebbe essere ripetuto nelle sessioni scolastiche successive con altre classiLe finalità della collaborazione con docenti e studenti sono le seguenti: 1) Approfondire il problema della violenza domestica e sessuale e i riflessi sui figli minori. 2) Creare nuovi e giovani soggetti moltiplicatori di informazioni. 3) Predisporre interventi di formazione per gli studenti. SOS donna si propone inoltre come progetto replicabile, per il futuro, non solo al Liceo Scienze Umane dell’Istituto “A. Monti”, ma anche in altre città piemontesi dove sono attivi, e operano in reti territoriali, servizi a tutela delle vittime di violenza.

 IL PORTALE WWW.SOS-DONNA.IT  – Data di attivazione: 8 marzo 2019  –  Presentazione ufficiale ai media (contenuti e caratteristiche tecniche del portale): 7 marzo 2019, ore 14.30, Sala Tovo della Provincia.

Soggetto ideatore del Progetto SOS donna: Associazione culturale Agar di Asti –  Soggetto realizzatore del sito www.sos-donna.it: Web-Media, Asti –  Autrice dei testi di www.sos-donna.it: Laura Nosenzo, giornalista e scrittrice 

SOGGETTI PROMOTORI DEL PROGETTO SOS DONNA: Con Associazione culturale Agar e Istituto statale “A. Monti” – Liceo Scienze Umane: Consiglio Regionale del Piemonte, Consulta Femminile, Consulta delle Elette, Consulta Giovani, Comitato Resistenza e Costituzione, Comitato regionale per i diritti umani, Anci Piemonte, Asl AT, Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale C.I.S.A – Asti Sud, Consorzio Gestione Servizi Socio Assistenziali Cogesa, Israt, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Asti. 

IN COLLABORAZIONE CON Procura della Repubblica, Prefettura, Polizia di Stato – Questura di Asti, Comando Provinciale dei Carabinieri, Consigliera di Parità della Provincia, Comune di Asti, Centro provinciale antiviolenza, L’Orecchio di Venere (Croce Rossa Italiana – Comitato di Asti), Associazione Libera, Associazione Piam, Associazione Rinascita.

INFO: 

Associazione CulturalAsti, Via Petrarca 10 – Tel. 3391292486 ww.agarasti.it                                           

Asti: si presenta il Progetto “SOS donna”.

Asti: si presenta il Progetto “SOS donna”.

 Ad Asti, Venerdì 25 gennaio ore 11,

all’Istituto “Monti” si presenta il Progetto SOS donna

Asti, 22 gennaio 2019 – Venerdì 25 gennaio, alle 11 nell’Aula Magna dell’Istituto statale “A. Monti”, sarà presentato il Progetto SOS donna, al quale la classe 3C del Liceo Scienze Umane parteciperà in alternanza scuola-lavoro.Esperienza unica nel contesto piemontese ideata dall’Associazione  Culturale Agar, il progetto prevede la realizzazione di un sito web e altre azioni sui percorsi attivi ad Asti contro la violenza alle donne.

Gli Allievi di 3/C – Scienze Umane – Istituto Monti – Asti.

La conferenza stampa, introdotta dal saluto del Dirigente Scolastico Giorgio Marino, si terrà alla presenza dei diciassette ragazzi della 3C, dei soggetti che promuovono e collaborano al progetto. Interverranno Angela Motta, Vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, Gianluca Forno, Vicepresidente Anci Piemonte, Laura Nosenzo, giornalista e scrittrice. 

SOS donna è sostenuto dal Consiglio regionale del Piemonte, insieme a Consulta Femminile, Consulta delle Elette, Consulta Giovani, Comitato Resistenza e Costituzione, Comitato regionale per i Diritti Umani, Anci Piemonte, Asl AT, Cisa – Asti Sud, Cogesa e Israt. Collaborano numerose istituzioni, enti e associazioni del territorio: l’elenco sarà reso noto durante la conferenza stampa insieme ai contenuti del progetto e ai tempi in cui esso verrà attuato.

INFO: 

Associazione Culturale Asti,

Via Petrarca 10 – Tel. 3391292486 – www.agar-asti.it